Giovanni Bianchi. Le compagne.

linea_rossa_740x1

Le compagneInseguire la memoria è costruire un presente e un futuro imprevisti. Anche quando l’operazione incomincia per gioco, quasi ripetendo la leggerezza divertente di un film come Amici miei, diretto con dolente ironia da Mario Monicelli. Perché il gioco, suggerito al protagonista dal compagno di banco del liceo Zucchi di Monza, consiste nell’inseguire le ragazze del liceo trent’anni dopo.

Ma la vita ha più risorse della fantasia. La storia, anche nei suoi versanti topici e nelle svolte a “U”, ha creato nel frattempo situazioni sorprendenti, dove mistero e tragedia si incaricano di mischiare il pubblico con il privato. Forse – e l’autore lo lascia intuire – l’io narrante ad un certo punto vorrebbe tirarsi fuori ed abbandonare il gioco, che invece non demorde e non lo consente. La scoperta non messa nel conto è che non solo la vicenda quotidiana ha sue caverne che una volta scoperte non si lasciano rinchiudere, ma che il mistero sia alla fine la stoffa comune degli eventi collettivi come della quotidianità più minuta.

Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.circolidossetti.it/giovanni-bianchi-le-compagne/

La terra trema

linea_rossa_740x1

Giovanni Bianchi

Amatrice per me è il paese di Palma Plini. Lei era nata lì quasi cent’anni fa, fra quelle montagne, fra quella gente aspra e rocciosa, ed aspra e rocciosa fu lei stessa per tutta la sua singolare vita, divisa fra la consacrazione a Dio nella Compagnia di San Paolo e la consacrazione alla classe operaia alla Borletti, nella FIM e nelle ACLI , di cui fu militante totale come voleva la logica interna del secolo breve.

Per cui quella terra piagata dal terremoto del 24 agosto posso dire di conoscerla perché conoscevo lei, i giudizi che dava senza giri di parole, l’amicizia che concedeva senza tanti fronzoli e le inimicizie sbattute in faccia soprattutto a quelli che si dicevano cristiani e che si scandalizzavano a sentire quali erano le reali condizioni degli operai – e soprattutto delle operaie – in fabbrica, al di là delle oleografie zuccherose.

Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.circolidossetti.it/la-terra-trema/

Giovanni Bianchi. Vita cooperativa. Materiali per un’autobiografia.

linea_rossa_740x1

Vita cooperativa

Arriva l’età in cui gli amici ti suggeriscono: perché non scrivi l’autobiografia… E forse è utile, ma a modo tuo. Indovinando il punto di vista che ti appartiene (l’unico) perché è meglio avere un punto di vista sbagliato che non averne nessuno.

Allora ho scoperto di essere vissuto tutta la vita in cooperativa: non quelle del buonismo cattolico e tanto meno “marxista”, ma quella dell’oratorio San Luigi di Sesto San Giovanni, situato sempre “a sinistra” e tra gli immigrati (primi i terroni) e sempre in questo mondo cattolico che non muore e si trasforma, nonostante io stesso mi sia esercitato nello stilarne sulla pagina ripetuti certificati di morte.

Il mio infatti – così ad esempio per ogni poeta e lo era per i politici di un tempo – è un “io largo”, che si sa e vive come parte di un mondo (quello defunto e fordista) e di più generazioni. So di essere corale e collettivo, e ne sono fiero. Forse mi è sfuggita qualche nota confondibile con un do di petto, ma io stavo volentieri dentro il coro e non avevo nessuna intenzione di uscirne.

Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.circolidossetti.it/giovanni-bianchi-vita-cooperativa-materiali-unautobiografia/

Giovanni Bianchi. La steppa urbana.

linea_rossa_740x1

La steppa urbanaNiente come una ballata riesce a tenere insieme il dolore e la memoria di una figlia perduta. Perché il dolore più è forte, più resiste, e più si concede alle parole semplici e ai ritmi meno sincopati. Scorre come un lento fiume senza smarrirsi nei meandri. Va via con un ritmo tale da rasentare l’abitudine, e a tratti somiglia a un lago triste più che a un fiume.

E invece scorre e non s’arresta perché ignora la foce (che davvero non esiste). Eppure è proprio questo dolore che ricompone le immagini, le ravviva, le rinnova (ovviamente soltanto in bianco e nero).

Ogni mattina, dopo il Magnificat, tenendoci per mano – mai il Requiem – Silvia ed io ci ripetiamo: “Sara è con noi”. È vero e funziona.

Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.circolidossetti.it/la-steppa-urbana/

Giovanni Bianchi. La montagna dimenticata. Un romanzo e altro.

linea_rossa_740x1

La montagna dimenticataDolore e morte restano nonostante tutto una coppia indissolubile. Non c’è dialogo che possa riuscire un efficace esorcismo. (Anche se è doveroso provarci.) Perché né il dolore né la morte possono essere metabolizzati. Hanno la consistenza degli interrogativi reali che poggiano sul proprio vuoto fondamento come su lastre di granito. Un Nulla maiuscolo, come lo scriveva Turoldo nelle prime poesie ermetiche. Perché a ben pensarci neppure il nulla è soltanto nulla.

Il romanzo allora viene messo alla prova da un dialogo incessante con la figlia perduta. Il labirinto di un interminabile midrash e un ring dove le diverse discipline contendono tra loro fino a sfinirsi reciprocamente.

Una consolazione per la quale la parola deve alla fine dichiararsi impotente e lasciare il campo alle domande che risultano inevitabilmente più importanti delle risposte. Una ricerca dunque alla quale è comunque bene non sottrarsi e che prosegue ogni volta che pensi di avere messo la parola fine.

Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.circolidossetti.it/giovanni-bianchi-la-montagna-dimenticata-un-romanzo-e-altro/

Giovanni Bianchi. Taccuino sociale.

linea_rossa_740x1

Taccuino socialeIl taccuino, comunque realizzato, è il modo migliore per tener dietro al pensiero e alle sue scorribande in una realtà che pare sfuggirgli. Come un alieno in un mondo che non ti appartiene più, eppure con l’esigenza di starci e, prima ancora, di capire.

Anche l’inseguimento di una politica senza fondamenti o addirittura assente (è tipico del pensiero da sempre occuparsi dei fantasmi) trova in rapide note, e perfino nelle ripetizioni amiche dell’ossessione, il suo rifugio nel taccuino.

La storia infatti, senza curarsi della politica, non può che continuare.

Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.circolidossetti.it/giovanni-bianchi-taccuino-sociale/

L’agnello sgozzato sull’altare

linea_rossa_740x1

Giovanni Bianchi

E’ successo da sempre, non c’è da stupirsi.

E’ successo dai tempi di Zaccaria, “ucciso fra altare e santuario”, come ricordava Gesù ai farisei, per aver rimproverato al popolo la sua infedeltà.

E’ successo quando Thomas Becket venne scannato sui gradini dell’altar maggiore di Canterbury dai cavalieri del suo vecchio amico Enrico II per aver anteposto al suo onore quello di Dio.

Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.circolidossetti.it/l-agnello-sgozzato-sullaltare/

Sono iniziati oggi, venerdì 8 luglio 2016, gli Incontri Riformisti 2016 in Val Tartano – Italia, Unione europea, Mondo: due crisi in una crisi più grande. Analisi e riflessioni.

linea_rossa_740x1newsLibertàeguale Milano Lombardia – Associazione Democratici per Milano – Circoli Dossetti – Incontri Riformisti Val Tartano 8-9-10 luglio 2016

Il seminario “Incontri riformisti” si sta svolgendo presso l’albergo LA GRAN BAITA – via Castino, 7 – Tartano (So), dove è situata la Sala incontri. 

Le nuove crepe della governance mondiale – Unione europea: i limiti politici e istituzionali – Venti anni dopo “La terza via” – L’azione riformatrice del governo Renzi per la crescita – La riforma della Pubblica Amministrazione – Economia,ecologia energia. Il petrolio è finito – Discutiamo del disegno di legge sulle primarie – Tavola Rotonda Conclusiva.

Incontri Riformisti in Val Tartano 2016 - 1 Incontri Riformisti in Val Tartano 2016 - 2

Permalink link a questo articolo: http://www.circolidossetti.it/iniziati-oggi-venerdi-8-luglio-2016-gli-incontri-riformisti-2016-val-tartano-italia-unione-europea-mondo-due-crisi-crisi-piu-grande-analisi-riflessioni/

Brexit: danni collaterali

linea_rossa_740x1

Giovanni Bianchi

Le conseguenze del disgraziato referendum che ha sancito l’uscita del Regno Unito dall’ Unione Europea sono di natura tale da prevedere che di esse si parlerà ancora a lungo, tanto incideranno sulla dialettica politica, sociale ed economica di tutta l’Unione (e ovviamente della Gran Bretagna, se questo Stato esisterà ancora viste le fibrillazioni in Scozia e nell’Ulster).

Credo però che una riflessione a parte meriti il tragico episodio dell’assassinio della parlamentare laburista Jo Cox, europeista convinta, ad opera di un suprematista di ultradestra avvenuto nella fase culminante della campagna referendaria.

Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.circolidossetti.it/brexit-danni-collaterali/

Samir Khalil Samir. Islam e occidente. Le sfide della coabitazione.

linea_rossa_740x1

Corso di formazione alla politica

Quando si parla di Islam ci si divide tra un approccio di tipo buonista/giustificazionista e, dall’altro lato, un approccio conservativo e antagonista. Ma un discorso analitico su come stanno le cose, cioè entrare nella piega dei problemi, questo raramente c’è nel dibattito pubblico.

Ci sarà nel dibattito colto, ammesso che ci sia, ma non c’è nel dibattito pubblico, e allora si va avanti per luoghi comuni. La strategia della riflessione con padre Samir di oggi è porre le domande su cui alcune volte nasce l’equivoco.

Una delle prime questioni che riguarda l’Islam è il rapporto tra l’Islam e la violenza, che è, in qualche modo, connessa ai monoteismi (e non solo). Quanto nell’Islam è costitutiva e quanto è da considerare una devianza? La seconda è sull’Islam e le libertà individuali e le frizioni nei rapporti di costume: familiari, sociali, personali. La terza è come e quanto la fede islamica può essere compatibile con i sistemi democratici, i valori europei e soprattutto la concezione laica dello Stato. La quarta se possibile tracciare una linea netta tra Islam e islamisti o vi è tra loro  un continuo trapassare. L’ultima è su come rendere compatibile e pacifici i rapporti tra Islam e Israele.

Samir Khalil Samir con Salvatore Natoli e Giovanni Bianchi

Samir Khalil Samir con Salvatore Natoli e Giovanni Bianchi

Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.circolidossetti.it/samir-khalil-samir-islam-e-occidente-le-sfide-della-coabitazione/

Post precedenti «