Samir Khalil Samir. Islam e occidente. Le sfide della coabitazione.

linea_rossa_740x1

Corso di formazione alla politica

Quando si parla di Islam ci si divide tra un approccio di tipo buonista/giustificazionista e, dall’altro lato, un approccio conservativo e antagonista. Ma un discorso analitico su come stanno le cose, cioè entrare nella piega dei problemi, questo raramente c’è nel dibattito pubblico.

Ci sarà nel dibattito colto, ammesso che ci sia, ma non c’è nel dibattito pubblico, e allora si va avanti per luoghi comuni. La strategia della riflessione con padre Samir di oggi è porre le domande su cui alcune volte nasce l’equivoco.

Una delle prime questioni che riguarda l’Islam è il rapporto tra l’Islam e la violenza, che è, in qualche modo, connessa ai monoteismi (e non solo). Quanto nell’Islam è costitutiva e quanto è da considerare una devianza? La seconda è sull’Islam e le libertà individuali e le frizioni nei rapporti di costume: familiari, sociali, personali. La terza è come e quanto la fede islamica può essere compatibile con i sistemi democratici, i valori europei e soprattutto la concezione laica dello Stato. La quarta se possibile tracciare una linea netta tra Islam e islamisti o vi è tra loro  un continuo trapassare. L’ultima è su come rendere compatibile e pacifici i rapporti tra Islam e Israele.

Samir Khalil Samir con Salvatore Natoli e Giovanni Bianchi

Samir Khalil Samir con Salvatore Natoli e Giovanni Bianchi

Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.circolidossetti.it/samir-khalil-samir-islam-e-occidente-le-sfide-della-coabitazione/

INCONTRI RIFORMISTI 2016 – TARTANO 8/9/10 luglio – Italia, Unione europea, Mondo: due crisi in una crisi più grande. Analisi e riflessioni.

linea_rossa_740x1newsLibertàeguale Milano Lombardia – Associazione Democratici per Milano – Circoli Dossetti – Incontri Riformisti Val Tartano 8-9-10 luglio 2016

Il seminario “Incontri riformisti” si svolgerà presso l’albergo LA GRAN BAITA – via Castino, 7 – Tartano (So), dove è situata la Sala incontri. Per iscrizione e spese di segreteria si richiede un contributo di 10 euro a persona.

Le nuove crepe della governance mondiale – Unione europea: i limiti politici e istituzionali – Venti anni dopo “La terza via” – L’azione riformatrice del governo Renzi per la crescita – La riforma della Pubblica Amministrazione – Economia,ecologia energia. Il petrolio è finito – Discutiamo del disegno di legge sulle primarie – Tavola Rotonda Conclusiva.

Scarica qui il programma ufficiale degli incontri (PDF 641 KB)


Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.circolidossetti.it/incontri-riformisti-2016/

Antoniazzi, Carcano, Capelli. Il mutualismo. Per un nuovo Stato Sociale.

linea_rossa_740x1

Corso di formazione alla politica

Quello del mutualismo è un tema emergente anche se ancora poco noto, che sta crescendo più nei fatti che nel dibattito pubblico, con il rischio che si facciano delle cose senza un’elaborazione politica adeguata.

Il mutualismo è interessante per gli effetti concreti, pratici, contrattuali e sociali nelle realtà socio-sanitarie, ma è una realtà più ambiziosa, un pezzo di un possibile pensiero sociale e politico su cui lavorare in questi tempi di crisi e di debolezza del pensiero politico-sociale.

Il motivo concreto-pratico è legato all’idea di dare vita ai fondi integrativi sanitari, che derivano e discendono dai fondi integrativi pensionistici, attraverso la modificazione di una legge del 1886.

Il prof. Sergio Zaninelli, impossibilitato a partecipare per una indisposizione, è sostituito da Marco Carcano.

Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.circolidossetti.it/antoniazzi-carcano-capelli-mutualismo-un-sociale/

La gioia dell’amore

linea_rossa_740x1

Giovanni Bianchi

L’esortazione apostolica “Amoris laetitia” era molto attesa dopo che ben due volte il Sinodo dei Vescovi si era riunito per discutere dei problemi e delle prospettive della famiglia dal punto di vista della Chiesa cattolica nel XXI secolo.

Una discussione ampia, sistematica, a cui hanno preso parte le Chiese locali di tutto il mondo ed in cui è stata garantita ampia libertà di parola a tutti coloro che vi hanno preso parte. L’affermazione secondo cui papa Francesco avrebbe cercato di condizionare il dibattito è del tutto fuori luogo, soprattutto perché chi la formula dimentica (o trova comodo dimenticare) quanto spesso nei Sinodi celebrati sotto i precedenti Pontefici le conclusioni fossero già scritte ben prima che il dibattito (o presunto tale) avesse avuto luogo.

Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.circolidossetti.it/la-gioia-dellamore/

Giulio Albanese. Ma io che c’entro? Il bene comune in tempo di crisi.

linea_rossa_740x1

Corso di formazione alla politica

L’anno della misericordia, dovremmo ricordarlo anche noi, ha avuto inizio con l’apertura della porta santa a Bangui, capitale della Repubblica Centrafricana: la scelta del papa di partire di nuovo da una periferia esistenziale e politica del mondo ha una valenza che evidentemente non è solo simbolica. Ricentra per i credenti uno dei punti focali di questo giubileo: a noi occorre stare nei bassifondi della storia e operare concretamente per quei percorsi di giustizia sociale (e politica ed economica, quindi redistributiva) senza i quali nessun discorso sulla pace ha senso.

“Non c’è pace senza giustizia” è veramente il nocciolo duro di ogni azione di promozione dei luoghi abbandonati dalla storia, di risoluzione dei conflitti dimenticati, di percorsi di riconciliazione e di condivisione del medesimo destino di uomini e donne, qui ed ora su questa terra.

Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.circolidossetti.it/giulio-albanese-centro-bene-comune-tempo-crisi/

Il tuo 5xmille ai Circoli Dossetti

newsAnche il tuo 5 per mille aiuta a curare il mondo continuando il cammino di confronto studio e ricerca che da anni facciamo con corso di formazione alla politica. Indica nel tuo 730 la scelta col codice

97259830152

Grazie.

Circolo Giuseppe Dossetti di Milano

Permalink link a questo articolo: http://www.circolidossetti.it/5xmille-ai-circoli-dossetti/

Le pecore smarrite

linea_rossa_740x1

Giovanni Bianchi

Fra i gravi e spesso sanguinosi avvenimenti di questi giorni è quasi passata inosservata la notizia dell’udienza “informale” accordata il 1 aprile da Papa Francesco a mons. Bernard Fellay, Vescovo già scomunicato ed ora successore di mons. Lefebvre alla guida della Fraternità di San Pio X.

I contenuti del colloquio non sono noti, ma è possibile ritenere che al centro vi fosse il problema della posizione canonica della Fraternità dopo la revoca delle scomuniche ma non della sospensione a divinis che riguarda tutti i sacerdoti ed i Vescovi ordinati da mons. Lefebvre e dai suoi successori. E’ noto che la scomunica colpì Lefebvre nel 1988 – dopo la sospensione a divinis comminatagli dodici anni prima da Paolo VI – a seguito dell’ordinazione di quattro nuovi Vescovi cui affidare la continuità della battaglia tradizionalista e anticonciliare che l’ostinato presule francese conduceva fin dal 1965. Dopo la sua morte, avvenuta tre anni dopo senza aver dato segni di ravvedimento, la guida della comunità veniva assunta da mons. Fellay, e conosceva una serie di alti e bassi nei suoi rapporti con Roma, dove sempre si manifestava la presenza nei vertici curiali di prelati ottimamente disposti verso una comunità che garantiva la più rigida ed incrollabile ostilità verso ogni tipo di riforma della Chiesa.

Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.circolidossetti.it/le-pecore-smarrite/

Luigi Bonanate. Anarchia o democrazia.

­

linea_rossa_740x1

Corso di formazione alla politicaUn testo sulla complicata concezione delle relazioni internazionali quello di Luigi Bonanate, nel quale l’autore si chiede se “l’anarchia” o in alternativa l’ “ordine internazionale” siano destinati l’una a ricomparire mentre l’altro a disgregarsi ciclicamente, e a portare il relativo effetto collaterale dell’esplodere di numerosi conflitti.

Anche se la più grande “mutazione genetica” degli Stati del secolo scorso, cioè la dissoluzione dell’Unione Sovietica è avvenuta sostanzialmente senza alcuno spargimento di sangue, consegnando però un mondo post ’89 meno solido del seppur criticabile assetto precedente.

L’attentato alle Torri Gemelle del 2001 ha dimostrato infatti che si era molto lontani all’inizio del terzo millennio dal raggiungimento di una nuova architettura planetaria. Sembrerebbe che le relazioni internazionali non abbiano quasi mai impedito all’ “anarchia” di dilagare, e che gli intervalli di relativa pace siano stati un modesto intermezzo tra le tantissime guerre.

Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.circolidossetti.it/luigi-bonanate-anarchia-o-democrazia/

Il nodo delle unioni civili

linea_rossa_740x1

Giovanni Bianchi

La questione delle unioni civili è strettamente connessa al cambiamento dei costumi della società occidentale nel corso degli ultimi quarant’anni, che ha messo in crisi il modello tradizionale di famiglia basato sul matrimonio, religioso o civile che fosse (tutte le religioni concepiscono una forma di benedizione del matrimonio, anche se solo alcune confessioni cristiane, a partire dal cattolicesimo, lo definiscono un sacramento).

La necessità di una definizione giuridica del matrimonio era soprattutto necessitata dall’esigenza di regolare le modalità e le forme della procreazione, intesa come apporto principale che l’individuo dava alla continuazione della società tramite la generazione di nuove vite.

Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.circolidossetti.it/il-nodo-delle-unioni-civili/

Stefano Ceccanti. Istituzioni europee e superamento delle sovranità.

linea_rossa_740x1

Corso di formazione alla politicaL’orizzonte europeo in cui siamo chiamati ad inscriverci risente anch’esso della dicotomia federalismo/ Stato centrale e, sia pure da lontano, arieggia lo stesso dibattito che intercorse negli USA dalla loro nascita fino alla Guerra civile, ossia la prevalenza del diritto federale (comunitario) rispetto a quello statale.

Come argomenta giustamente Michele Nicoletti in uno degli articoli considerati, il costituente del 1948 non poteva prevedere né la nascita dell’Unione europea né la prevalenza sostanziale del diritto comunitario su quello nazionale per quasi l’80% della produzione legislativa del nostro Paese.

D’altro canto lo stesso costituente fu lungimirante nel senso di inserire nella Carta quella che Nicoletti definisce una clausola di auto -trascendimento dell’ordinamento nazionale, cioè l’art.11 che regola le “limitazioni di sovranità” del nostro Paese nel quadro delle alleanze e degli accordi internazionali liberamente stipulati.

Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.circolidossetti.it/stefano-ceccanti-istituzioni-europee-e-superamento-delle-sovranita/

Post precedenti «