Le piaghe della politica.
Giovanni Bianchi, Andrea Rinaldo

Le piaghe della pèolitica
clicca sul libro per sfogliarlo online
(attendi qualche secondo per il suo caricamento)

Stabilire un punto di vista non era soltanto la nota ossessione dell’operaismo italiano. Stabilire un punto di vista è la condizione necessaria, probabilmente sufficiente, per tentare un giudizio sensato sulla fase storica che attraversiamo. Va anche detto che i materiali da costruzione per il punto di vista in genere provengono più dalla storia, o da quella che giudichiamo tale, piuttosto che dagli scenari futuribili. Ed è a partire dal punto di vista del cattolicesimo democratico che proviamo a inquadrare la fase convulsa che attraversiamo.

Questa politica ha più piaghe di quante Antonio Rosmini ne assegnasse alla Chiesa, anche se da allora (correva l’anno 1832) non sono granché mutati la “tristezza dei tempi” e “i difetti degli uomini”. Quella di Rosmini infatti è la medesima posizione dei “professorini” dossettiani alla Costituente, in particolare quella proposta e riproposta con veemenza da Giorgio La Pira: i diritti appartengono originariamente alla persona e lo Stato non li attribuisce, ma è chiamato a riconoscerli.

Stabilito il punto di vista, proviamo a confrontarci con i temi più scottanti della nostra quotidianità: di essi la politica deve dare una interpretazione e soprattutto avviare soluzioni.

pdfepubkindle

scarica gratuitamente l’eBook “Le piaghe della politica” di Giovanni Bianchi e Andrea Rinaldo nel formato che preferisci cliccando sulle icone qui sopra

email

Permalink link a questo articolo: http://www.circolidossetti.it/le-piaghe-della-politica/