Giovanni Bianchi. Officine letterarie sestesi.

linea_rossa_740x1

Giovanni Bianchi. Officine letterarie sestesi.

È possibile rispondere al prisma della realtà con il prisma degli sguardi e delle discipline. La pluralità degli approcci e la difformità degli stili provano a dar conto non tanto della diversità del reale quanto piuttosto delle sorprese che si incontrano nelle trasformazioni.

Le radici e il punto di partenza sono ovviamente ancora dentro il fordismo, ma lo sguardo, anzi gli sguardi, non provano vertigine a spingersi in avanti. L’importante è inseguire in ogni caso i materiali utili per stabilire un punto di vista, ogni volta coscientemente provvisorio.

La memoria s’accompagna in tal modo alla sperimentazione. Dove il rischio non è misurare la distanza reciproca tra gli strumenti, ma l’occasione di nuove scoperte.

La dottrina sociale della Chiesa, l’analisi politologica e la poesia possono dunque battere le medesime strade impreviste con passi sinergici proprio perché diversi.

Officine letterarie sestesi

linea_rossa_740x1

Leggi l’eBook online cliccando sull’icona di sinistra (attendi qualche secondo per il caricamento) oppure scarica gratuitamente l’eBook “Officine letterarie sestesi” di Giovanni Bianchi nel formato che preferisci cliccando sulle icone sottostanti.

pdf-sfogliabilepdfepubkindle

email

Permalink link a questo articolo: http://www.circolidossetti.it/officine-letterarie-sestesi/

Lascia un commento

Your email address will not be published.